Meteomag.it
Meteo-Appassionati con gli occhi puntati al cielo ma con i piedi per terra

Meteo Natale Anticiclone e nebbie fino a quando?

0 85

PREVISIONI METEO: Natale e Santo Stefano con l’Anticiclone. Nebbie ed inversioni termiche. E dopo?

«Meteo Natale Anticiclone e nebbie fino a quando?»

Il Riscaldamento Globale del Pianeta torna a farsi sentire soprattutto durante le festività natalizie.

Un imponente Anticiclone a matrice africana prende forza sull’Europa Sud Occidentale e andrà espandendosi ulteriormente verso Est e Nord.

Riuscirà l’Anticiclone ad insediarsi tra l’Islanda e la Scandinavia?

SITUAZIONE ATTUALE

Meteo Natale Anticiclone e nebbie fino a quando?
Europa divisa in due.

A Sud dominano gli Anticicloni a matrice Africana.
A Nord dominano invece le Depressioni Oceaniche ed il Vortice Polare.

Raggiunge i valori massimi di 1034 hpa l’Anticiclone Africano che investe direttamente l’intera Penisola Iberica ed il Nord Africa.

Questo Anticiclone tenderà, nel corso dei prossimi giorni ad espandersi verso Est e verso Nord portando aria sempre più mite.

Stamani alle ore 6, sulla Francia Occidentale le temperature minime notturne non scendevano al di sotto dei +12/13°C con punte fino a +15°C sui Paesi Baschi, Cantabria, Asturie e Galizia.

Caldo anche sulle coste tirreniche italiane con valori compresi tra i +12 ed i +14°C dalla Toscana alla Calabria e fino a +13°C tra Corsica e Sardegna.

Unico cenno di freddo sulle Alpi ma con temperature comunque leggermente superiori alla media, ed in Pianura Padana dove dominano le fitte nebbie.

QUALE L’EVOLUZIONE PER I PROSSIMI GIORNI?

L’Anticiclone a matrice Africana ben strutturato tra Spagna e Nord Africa tenderà a rafforzarsi ulteriormente espandendo il suo raggio d’azione verso Est e verso Nord.

Domani Domenica 23 Dicembre

La mite influenza dell’Anticiclone, giungerà su tutta l’Italia tirrenica mentre sulle Alpi Centro-Orientali vi sarà un lieve sbuffo fresco Oceanico con leggera instabilità al seguito.

Spruzzate di neve saranno possibili tra le Alpi Retiche e le Giulie. Neve seria soltanto a Nord delle Alpi su versanti esteri.

Proseguiranno le fitte nebbie in Pianura Padana.

Qualche annuvolamento sarà possibile in Toscana, Marche, Umbria ma senza precipitazioni.

Qualche possibile debole pioggia tra Campania e Calabria tirrenica. Colpi di vento sul Tirreno.

Lunedì 24 Dicembre

L’Anticiclone Africano salirà a Nord fino a coinvolgere l’intera Francia ed ancora l’Italia Occidentale.

Ancora fitte nebbie in val Padana e lieve instabilità sulle Alpi Orientali.

Splende il sole in gran parte d’Italia ma il mite Anticiclone potrebbe dar luogo a importanti inversioni termiche con formazione di stati nuvolosi bassi qua e là ovunque.

Qualche leggera pioggerella in Toscana-Marche e più probabile tra Campania e Calabria ma dal pomeriggio anche sul basso Adriatico dall’Abruzzo al Gargano.

Martedì 25 NATALE
NON E’ PREVISTA ALCUNA INCURSIONE DI MALTEMPO DI ALCUN GENERE

L’Anticiclone Africano regge egregiamente

Tanto il modello Americano GFS, quanto l’Europeo ECMWF indicano che l’Anticiclone Africano regge egregiamente ad Ovest.

Qualche leggero sbuffo fresco-instabile si potrebbe avere ad Est.

Splenderà il sole sulle Alpi ed in genere in gran parte d’Italia.

Sbuffi d’aria fresca e secca da Nord-Nord Est potrebbero addirittura spazzar via anche le nebbie e gli strati nuvolosi bassi.

Nebbie potrebbero persistere invece sui settori Centro-Occidentali della Val Padana meno esposti ai venti da Nord.

Qualche rovescio anche temporalesco potrà raggiungere invece lo Jonio e da qua portarsi sulla Calabria e Sicilia Orientale.

Qua rovesci e temporali potrebbero proseguire fino al tardo pomeriggio per esaurirsi entro sera.

Venti tesi da Nord in Adriatico.

Mercoledì 26 Dicembre

L’Anticiclone fa arretrare la leggera curvatura ciclonica che dalla ex Jugoslavia e Grecia ieri ha tentato di abbassarsi verso lo Jonio.

Cessano gli sbuffi freddi che perdurano soltanto sullo Jonio.

Aria secca e fresca insiste sull’Adriatico mentre sui settori tirrenici torna aria sub-tropicale Anticiclonica mite.

Cieli sereni ovunque e ancora nebbie fitte in val Padana.

Non sono al momento previste nubi e piogge in nessuna parte d’Italia.

Giovedì 27 Dicembre

L’Anticiclone perde forza in termini di aria calda ma si espande sempre più verso Est e Nord coinvolgendo l’intera penisola italiana.

Aria mite giunge da Sud Ovest portando la formazione di possibili strati nuvolosi bassi tra Liguria e Toscana, forse con alcune pioviggini sulle coste.

Nubi basse anche sulle pianure venete con nebbie fitte dall’Adige a Torino.

Sul resto d’Italia splende il sole con nubi basse forse in estensione a tutto il Centro Italia tra pomeriggio e sera-notte.

Venerdì 28 Dicembre

Ancora Anticiclone ma con nubi basse.

L’Anticiclone ha perso la sua matrice Africana, non più alimentato dall’aria calda sub-tropicale.

Nubi basse-strati nebbiosi interessano la gran parte della nostra penisola.

In particolar modo i settori Alpini e prealpini, il Centro Italia e poi le coste tirreniche fin sulla Basilicata.

Piogge deboli potrebbero verificarsi dalla Liguria alla Campania ma si tratterà di pioviggini innocue da nubi basse.

Variabile tra ampi rasserenamenti e nubi di passaggio tra Sardegna e Sicilia, sole lungo le coste adriatiche ma nubi sulle zone interne appenniniche.

Qualche pioggia serale-notturna tra basso Lazio e Campania.

NEI GIORNI A SEGUIRE

Sabato 29 Dicembre

L’Anticiclone potrebbe tornare a rafforzarsi con aria calda in risalita dalle isole Canarie verso la Gran Bretagna.

Aria mite potrebbe giungere sul Nord Italia con nubi basse tra Liguria e Centro Italia, ancora nebbie in val Padana ma bel tempo qua e là tra nubi basse di passaggio.

Il modello matematico Europeo però indica che l’Anticiclone si rafforzerà soltanto in Oceano e Spagna mentre una Depressione fredda potrebbe giungere da Est sull’Italia.

SE L’IPOTESI DEL MODELLO EUROPEO SI AVVERERA’ AVREMMO FRESCO E MALTEMPO

Instabilità perturbata potrebbe giungere sull’Italia con nevicate fino a quote medio-basse al Nord e, dato il persistere delle fitte nebbie con temperature negative in Val Padana, le nevicate potrebbero giungere al piano tra Piemonte-Lombardia ed Emilia.

Questa ipotesi però al momento non è confermata dal modello Americano GFS.

Domenica 30 e Lunedì 31 Dicembre
ANTICICLONE CALDO AFRICANO NUOVAMENTE ALL’ARREMBAGGIO

Un forte Anticiclone a matrice Africana con valori di Geopotenziale da primavera inoltrata dovrebbe rafforzarsi rapidamente sull’Europa Centro-Occidentale.

Tale Anticiclone potrebbe investire anche l’Italia Settentrionale.

Più riparata o sotto l’influenza del Vortice Polare l’Italia Meridionale con maltempo, freddo e vento.

Se il modello Americano GFS avrà la meglio avremmo temperature primaverili al Nord, ad eccezione delle solite inversioni termiche con nebbie in val Padana.

Se prevarranno le proiezioni del modello Europeo ECMWF invece gli sbuffi freddi da Nord Est potrebbero portare rovesci, temporali, grandinate, neve e vento dalla Romagna all’estremo Sud Italia.

Il Nord in balia dell’Anticiclone Africano potrebbe esser coinvolto di striscio secondo il modello Europeo ma ben investito da aria calda secondo quello Americano.

Come andrà a finire lo sapremo soltanto nei prossimi giorni con i nuovi aggiornamenti

«Meteo Natale Anticiclone e nebbie fino a quando?»

Articolo precedente:

Oggi altra neve, vediamo dove

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

This website uses cookies to improve your experience. We'll assume you're ok with this, but you can opt-out if you wish. Accept Read More

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: